Loading Spinner
Vai al contenuto

Carrello

Il tuo carrello è vuoto

Articolo: Panchakarma: Disintossicazione Ayurvedica

Panchakarma: Detox Ayurvédico

Panchakarma: Disintossicazione Ayurvedica

Panchakarma è un termine sanscrito che indica il processo ayurvedico di disintossicazione e purificazione dell'organismo. Il termine deriva dalla radice delle parole pancha, che significa "cinque", e karma, che significa "azione", che qui si riferisce ai cinque trattamenti. I principi del panchakarma sono citati in antichi testi del periodo vedico.

Il Panchakarma, una gemma dell'antico sistema, purifica con successo le impurità del nostro corpo, che sono ritenute la causa di una serie di malattie. Il Panchakarma è una tecnica di disintossicazione ayurvedica che purifica il nostro corpo.

Le tossine vengono solitamente eliminate con cinque terapie: vamana, virechana, basthi, nasya e rakthamoksha, oltre a una dieta panchakarma. La disintossicazione aiuta a rafforzare e ringiovanire il nostro sistema immunitario. Correggendo i problemi di vata, pitta e kapha, il panchakarma aiuta a bilanciare i dosha. In breve, promuove il benessere mentale, fisico e spirituale generale.

Perché è necessaria la disintossicazione?

Le tossine sono prodotte principalmente dalle sostanze inquinanti presenti nell'ambiente, alle quali siamo costantemente esposti. L'ambiente non è solo l'aria o l'acqua che ci circonda, ma anche il cibo che mangiamo ogni giorno. L'esposizione alle tossine è dannosa per la nostra salute perché provoca molti effetti negativi sul nostro organismo e indebolisce il nostro sistema immunitario.

Quali sono i benefici del processo di disintossicazione?
  • Aumenta l'immunità e quindi la resistenza a molte malattie
  • Migliora il sistema circolatorio
  • Aiuta a perdere peso in eccesso
  • Stimola il sistema linfatico
  • Nutre e idrata la pelle
  • Rafforza i muscoli
  • Favorisce l'apparato digerente
È possibile eseguire il panchakarma a casa?

Sì, provate questa versione casalinga del panchakarma, consigliata dall'esperta ayurvedica Vasana Lad in The Complete Book of Ayurvedic Home Remedies, per avere un'idea dei benefici del panchakarma senza dover andare in clinica. Se siete in gravidanza, deboli, anemici o disabili, evitate questo programma. La maggior parte delle persone sane dovrebbe beneficiare del programma.

Come iniziare

Per iniziare, è necessario identificare la propria costituzione ayurvedica, composta dai tre dosha. Un dosha è primario, un altro è secondario e il terzo è il meno predominante nella maggior parte delle persone. Testate il vostro Dosha.
Preparate il vostro corpo e la vostra mente evitando cibi di origine animale, sesso, alcol, caffè, droghe e sigarette.

Invece di dedicarsi ad attività fisiche o mentali intense, tutto il tempo dovrebbe essere dedicato al relax. Riposatevi, fate una passeggiata nei boschi, leggete letteratura leggera e praticate yoga e meditazione con moderazione.

L'ideale sarebbe svolgere questo mini-programma durante una settimana di vacanza per staccare dalla routine quotidiana. Se la vostra vita familiare è frenetica, affittate una baita nel bosco dove potrete stare da soli. Trascorrete il tempo riposando, passeggiando nella natura, leggendo letteratura leggera e praticando yoga e meditazione dolce. Fate almeno i giorni 1-3 durante la settimana lavorativa e i giorni 4-8 durante un fine settimana lungo.

Un'avvertenza importante: questo programma, secondo Lad, scatena vecchie emozioni irrisolte nascoste nel nostro tessuto connettivo interiore. A tal fine, raccomanda di resistere all'impulso di sopprimerli e di impegnarsi in frequenti meditazioni per calmare il cuore e l'anima.

PANCHAKARMA GIORNI 1-3

Al mattino presto, bere 2 cucchiai di Ghee riscaldato (se si hanno livelli elevati di colesterolo, trigliceridi o zuccheri nel sangue, sostituire il Ghee con 2 cucchiai di semi di lino o olio di cocco 15 minuti prima dei pasti per tre giorni). Le persone di costituzione Vata dovrebbero aggiungere al Ghee un pizzico di sale grosso, mentre quelle di costituzione Kapha dovrebbero aggiungere un pizzico di trikatu (ricavato da tre piante pungenti, il trikatu è composto da pepe nero, zenzero, e pepe lungo).

Mantenere la dieta per bilanciare il proprio dosha. Ogni sera, unire da 1/2 a 1 cucchiaino di Triphala in polvere con 1/2 tazza di acqua bollente in una tazza, lasciare riposare per 10 minuti e bere o mangiare 1 cucchiaino di Chyawanprash. Questo lassativo è delicato ma nutriente.

PANCHAKARMA GIORNI 4-5

Colazione, pranzo e cena dovrebbero essere tutti composti da kitchari. Bevete un tè adatto al vostro dosha predominante, lasciando riposare da 1/2 a 1 cucchiaino per 5 minuti prima di bere.

Tè Vata: zenzero, cumino e coriandolo macinati in parti uguali.

Tè Pitta: cumino, coriandolo e finocchio in parti uguali.

Tè Kapha: zenzero, cannella e un pizzico di chiodi di garofano.

Massaggiare il corpo con olio caldo per 15-20 minuti prima di andare a letto:

Nota: Ogni olio vettore (vegetale) può essere utilizzato da solo o in combinazione con altri oli vettori e oli essenziali; tuttavia, quando si miscela con oli essenziali, si tenga presente che non deve superare l'1% del contenuto totale, ad esempio se si utilizzano 10 ml di olio per massaggi, non aggiungere più di 0,1 ml di olio essenziale. Una goccia di olio essenziale equivale a 0,05 ml, mentre due gocce equivalgono a 0,1 ml (circa).

Lasciate che la pelle assorba l'olio per qualche minuto prima di fare una doccia o un bagno caldo. Lavate delicatamente il corpo con un sapone naturale o uno scrub, ma lasciate un po' di olio sulla pelle.

Ogni sera, prima di coricarsi, mescolare da 1/2 a 1 cucchiaino di polvere di Triphala con 1/2 tazza di acqua bollente in un bicchiere, lasciare in infusione per 10 minuti e bere caldo, oppure mangiare 1 cucchiaino di Chyawanprash.

GIORNI DI PANCHAKARMA 6-8

Continuate la vostra routine di kitchari e tè, l'assunzione di triphala o di un cucchiaino di  Chyawanprash, così come il massaggio e la doccia serale.

Per quanto riguarda la dieta panchakarma, il kichadi / kitchari (a base di riso basmati e moong dal) è l'opzione migliore perché è un alimento completamente equilibrato e nutriente. Può essere speziato con curcuma, cumino, zenzero, coriandolo, semi di fieno greco e senape per soddisfare le papille gustative. Cliccare qui per la ricetta.

Il Panchakarma aumenta la consapevolezza di sé, l'autostima e l'amore per se stessi. Con l'esercizio fisico regolare, la vostra vita inizierà a risplendere mentre il vostro corpo e la vostra mente si purificheranno sempre di più. Questa è l'essenza dell'ayurveda, la scienza della longevità.

Quanto spesso e quando

Tradizionalmente, l'Ayurveda suggerisce di praticare il panchakarma al cambio di stagione, quindi circa tre volte all'anno. Ogni volta che ci sono transizioni, le cose possono perdere l'equilibrio e si verificano accumuli.

Pensieri finali

Sebbene le fasi precedenti riguardino più o meno le condizioni fisiche, è fondamentale gestire anche gli aspetti psicologici durante il periodo di trattamento.

  • Eseguire il trattamento in un ambiente tranquillo.
  • Spegnere tutti i dispositivi elettronici durante la terapia.
  • Se possibile, programmate un periodo di disintossicazione durante le vacanze.
  • Lo yoga e la meditazione possono aiutare a controllare la perdita di energia.
  • Praticate il Pranayama per mantenere la mente e il corpo tranquilli.

Tenete presente che le informazioni contenute nel sito www.arogya.earth/it non sono destinate a curare o prevenire alcuna malattia o condizione medica e non intendono sostituire altre terapie o consigli medici.

Commenta

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e applica le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.

Nota che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati.